FAQ

Aprire un Centro di Mediazione

Quali requisiti deve avere il responsabile di sede?

Il Responsabile di Sede ideale è un Professionista interessato alla mediazione, con buone capacità relazionali e attitudine al lavoro di gruppo, determinato ad intraprendere una nuova esperienza imprenditoriale.

Permalink.

Sono un commercialista/notaio/architetto/ingegnere/amministratore di condominio etc. etc… Posso adibire una porzione del mio Studio a Centro di mediazione?

Si. Non è previsto alcun divieto in questo senso. In ogni caso sarà opportuno predisporre idonei accorgimenti per tenere separate le due attività.

Permalink.

Non ho un immobile da destinare alla mediazione ma sono fortemente motivato ad intraprendere l’attività. Come posso fare?

E’ possibile usufruire dei servizi messi a disposizione dal nostro virtual office; scrivici per avere maggiori informazioni in merito.

Permalink.

Ci sono limiti di età per diventare Responsabile di Sede?

Assolutamente no. L’importante è che si abbia una buona dimestichezza con il pc (word e posta elettronica) e con le altre più comuni applicazioni informatiche.

Permalink.

Quali sono gli adempimenti principali del Responsabile di sede?

Il Responsabile di Sede è il referente dell’Organismo Camera di Mediazione Nazionale su quel determinato territorio. E’ tenuto a vigilare sul proprio centro di mediazione verificando che la Sede sia sempre efficiente ed adeguata,  che le singole mediazioni siano correttamente gestite e che i mediatori osservino tutte le direttive comunicate dall’Organismo. In ogni caso abbiamo creato una check list con tutti gli adempimenti per non lasciare nulla al caso e per far si che il Responsabile sia in grado di gestire la Sede senza alcuna difficoltà ed in maniera seria ed efficiente.

Permalink.

È previsto un percorso di formazione per il Responsabile di Sede?

Prima che la Sede Secondaria diventi operativa, viene richiesto al Responsabile di Sede lo studio di alcuni video illustrativi del funzionamento del software e descrittivi dell’intera procedura di mediazione, secondo il protocollo adottato dall’Organismo. In aggiunta, viene fornito il c.d. “Disciplinare di Sede” che il Responsabile è tenuto a osservare e rispettare.

Permalink.

E’ previsto un affiancamento continuo delle sedi Secondarie?

La Camera di Mediazione Nazionale ha pensato ad un call center specificamente dedicato alle Sedi Secondarie, in grado di assicurare un affiancamento continuo ai rispettivi Responsabili nelle situazioni più complesse.

Permalink.

Quale è la spesa prevedibile per l’avvio della sede?

Oltre alle spese di allestimento della sede (tavoli riunione, sedie, ecc.) e quelle per dotarla delle attrezzature tecnologiche (stampanti, fax, scanner, ecc.), è necessario prevedere un’ulteriore spesa di circa 300 euro (per le spese di registrazione del contratto, la realizzazione ed installazione della targa, ecc.) e quella relativa al costo di affiliazione.

Permalink.

È necessario aver conseguito l’attestato di mediatore professionista per diventare Responsabile di Sede?

Per l’avvio della sede secondaria non è necessario che il Responsabile di Sede abbia conseguito la qualifica di Mediatore civile. Tuttavia, il relativo titolo è requisito preferibile.

Permalink.

È necessaria la presenza di personale di segreteria presso la Sede Secondaria?

No. Non è necessaria la  presenza giornaliera di personale di segreteria (da individuarsi anche tra i collaboratori già in esercizio presso la struttura adibita a centro di Mediazione); tuttavia è preferibile individuare una risorsa specificamente dedicato all’attività di mediazione per almeno due giorni a settimana, per circa quattro ore (consentendo al Responsabile di Sede di liberarsi da tutte le attività amministrative e di cancelleria).

Permalink.

Quali caratteristiche deve avere l’immobile per poter essere adibito a centro di mediazione?

I requisiti minimi per i locali da adibire a centro di mediazione sono i seguenti:

  • almeno una sala, con capienza di almeno 8-10 posti, da destinare (anche non in via esclusiva) all’attività di mediazione;
  • struttura di segreteria al servizio (anche non esclusivo) della sede secondaria aperta almeno 2 pomeriggi a settimana, es. ore 15-19;
  • arredo tecnologico (connessione adsl internet, pc, fax, fotocopiatrice, scanner multipagine, stampante, telefono).

 

Permalink.

È possibile la presenza di più sedi secondarie nella stessa città?

Si, ma soltanto a determinate condizioni ed entro certi limiti.

Permalink.

Posso aprire una sede in provincia?

Sì, anche nei piccoli centri; la nostra esperienza ci porta ad affermare che le realtà più piccole sono quelle con le performance migliori vista l’assenza di competitor.

Permalink.

Chi seleziona i mediatori che opereranno presso la Sede Secondaria?

I mediatori sono selezionati dal Responsabile di Sede, sulla base della valutazione del curriculum ed all’esito di un colloquio. In ogni caso l’Organismo fornisce ogni supporto nella selezione dei mediatori di zona, condividendo le decisioni del Responsabile di Sede.

Permalink.

Quanti mediatori possono operare presso una Sede Secondaria?

Non esiste un numero massimo di mediatori…in ogni caso è bene avere un nutrito team di Mediatori al fine di creare una rete commerciale importante.

Permalink.

Chi designa i mediatori che tratteranno le pratiche di mediazione avviate presso la Sede Secondaria?

La decisione è demandata al Responsabile di Sede il quale, tenuto conto della specializzazione e dell’esperienza di ognuno dei mediatori iscritti nell’elenco nonché delle preferenze eventualmente espresse dall’istante, designerà quello maggiormente preparato per la trattazione del procedimento.

Permalink.

Occorrono capacità particolari per l’utilizzo del software gestionale messo a disposizione delle sedi secondarie?

Il software è molto semplice, ma è certamente richiesta una normale dimestichezza nell’utilizzo dei più comuni programmi di videoscrittura nonché una buona capacità di utilizzo delle altre risorse informatiche (navigazione su internet, skype, programmi di posta elettronica, ecc.).

Permalink.

Il Responsabile di Sede ha la possibilità di tenere sempre sotto controllo i singoli procedimenti di mediazione e l’attività svolta da ogni singolo mediatore?

Certamente, questa costituisce una delle principali attività del Responsabile di Sede che col nostro sistema gestionale è in grado (in tempo reale e anche in remoto) tenere sempre sotto controllo i procedimenti di mediazione e l’attività svolta da ogni singolo mediatore.

Permalink.

Chi si occupa della promozione della sede?

La promozione a livello nazionale (portale on line dell’Organismo, pubblicità, newsletter di aggiornamento, posizionamento nei motori di ricerca, ecc.) viene gestita dalla Sede centrale della Camera di Mediazione Nazionale. La promozione della singola Sede secondaria nella provincia di competenza viene, invece, demandata al Responsabile di Sede, che anche in questo compito sarà affiancato dal Responsabile marketing dell’Organismo.

Permalink.

Qualora il Responsabile di Sede sia in difficoltà nella gestione di un procedimento a chi potrà rivolgersi?

L’Organismo mette a disposizione un call center specificamente dedicato alle esigenze delle sedi secondarie, in grado di fornire un continuo affiancamento che possa rendere semplice anche la più complessa delle esperienze di mediazione.

Permalink.